Crea sito

ORA BASTA

 

 

Non basta andare avanti da mesi senza un governo in grado e con la voglia di prendere decisioni necessarie per il Paese. In campagna elettorale tutti voglioni dimezzare i parlamentari, diminuire i compensi degli stessi, eliminare enti inutili e costosi, fare una nuova legge lettorale che ridia ai cittadini il potere di scegliersi i propri rappresentanti ecc. ma anche questo governo fino ad ora di queste richieste fatte a gran voce dagli italiani non ne ha presa in considerazione nemmeno una. Non basta andare avanti da anni senza leggi utili agli italiani ed allo sviluppo. Non basta vedere gli italiani che ormai ruminano ed accettano tutte queste leggi inutili per il paese ma utilissime per una sola persona. Non basta vedere il rispetto della nostra nazione, grazie a Governi passati, da parte di tutto il mondo ormai sotto i piedi. Non basta vedere che da 20 anni non si fa più politica ma solo azzuffate, imbarbarimento della politica, un livello di scontro sempre più alto. E se ciò avviene da 20 anni è un caso che è il periodo nel quale si è catapultato in politica Berlusconi ? Non basta aver dovuto vedere la compravendita di parlamentari, di coloro che dovrebbero guidare il nostro paese, di chi dovrebbe lavorare (???) per tirarci fuori da questa crisi, si mondiale, ma che in Italia sta diventando irreversibile. Non basta sentire di politici che pensano solo a piazzare in posti di potere ben remunerati parenti, mogli, amici. Non basta aver assistito alle condanne, almeno morali di tutto il mondo al mercimonio di donne, veline, escort che entrano ed escono dai palazzi dello stato, da voli statali, senza ormai più ritegno. Non basta assistere all’assuefazione degli italiani davanti a tutti questi scandali e che vengono  accettati ormai con un disinteresse che preoccupa. Non basta sentire i nostri cari politici che ad ogni vero problema che si presenta alla nazione e che loro, anche per giustificare i 15.000 euro (per i parlamentari. Non declamiamo tutta la scala fino ai consiglieri di amministrazione di società pubbliche)che  “prendono” dai nostri soldi, ci “addomesticano” promettendo tagli al numero dei parlamentari, al costo della politica per poi, naturalmente non fare assolutamente nulla. Non basta vedere che ormai si accetta come qualcosa di ineluttabile il fatto che centinaia di parlamentari prendano un vitalizio anche per pochi mesi o addirittura giorni passati in parlamento. Bisognerebbe chiedere la restituzione di tutti questi vitalizi percepiti per anni. Perché chi già ha fatto una vita di privilegi sarebbe ora che si cercasse un lavoro. Vero. Non basta percepire che ormai tutti, o almeno chi ha voglia di aprire gli occhi, si rendono conto che questo governo, questo presidente del consiglio continuano a rimanere attaccati alle poltrone solo per continuare a risolvere i propri problemi personali o perchè  dovrebbero poi affrontare processi da persone “quasi” normali senza la protezione della politica e della casta. Non basta dover sopportare la palese lontananza dai veri problemi dell’Italia e degli italiani da chi invece dovrebbe essere lì per risolverli, il quasi fastidio a dover parlare e cercare di affrontare situazione che gli danno fastidio solo a pensarli (“ma cosa vogliono questi pezzenti con i loro problemi di miseri mortali, con vite normali, con un lavoro da 1000 euro al mese. Ma si può vivere con solo 1000 euro al giorno. Come ?? Al mese ?? Ma è uno scherzo ? Che pezzenti, che vita che fate. E vorreste che io vi risolvessi i vostri problemi. E i miei, grandi, per mantenere la libertà, per trovare altri modi per farci ridere dietro, chi me li risolve”). Non basta dover vedere ogni giorno attentati alla libertà di stampa, al tentativo di imbavagliare chi vuole semplicemente raccontare la verità agli italiani che altrimenti tutte queste cose non le saprebbero mai. Non basta dover vivere in uno dei paesi più ricchi culturalmente, con opere d’arte di  immenso valore che solo col turismo potrebbero farci diventare uno dei primi paesi d’Europa e che invece tutte queste risorse che pure entrano in Italia vengono evidentemente ben divise fra le 10.000 persone che decidono in Italia. Un fiume che viene diviso in tanti piccoli ruscelli, rivoli che arriva in poche tasche. Facendo sempre più “ingrassare” questi fortunati e sempre più impoverire gli altri cinquantaseimilioninovecentonovantamila italiani.
Non bastano queste cose, ma dobbiamo anche sopportare persone che tentano e purtroppo riescono a rovinare cortei pacifici di protesta civile e democratica da parte di cittadini che volevano solo far sentire e far conoscere il proprio punto di vista. Personaggi che dovrebbero capire che è ora di ritirarsi sia per la loro veneranda età ma anche e soprattutto per quello che hanno combinato negli ultimi anni, ed invece continuano ad attaccare le istituzioni, i magistrati ecc. Non ne possiamo piu', è arrivato il momento di mandarli tutti a casa e sembra che negli ultimi tempi, dalle ultime elezioni, qualcosa di nuovo sia nato. Gli italiani attendono speranzosi, ma anche ormai INCAZZATI come una bestia !

LA POLITICA SECONDO NOI

 

SIAMO TANTI I CITTADINI STANCHI DI QUELLA POLITICA DELLA SOPRAFFAZIONE E DELL’IMPUNITA’, DELLA POLITICA SOLO PER FAR SOLDI E MANTENERE POLTRONE BEN REMUNERATE, SENZA PENSARE MINIMAMENTE AGLI INTERESSI DELLA COLLETTIVITA’.

SI STA PORTANDO L’ITALIA SULL’ORLO DELLA CATASTROFE, IL NOSTRO PAESE, CONTINUANDO DI QUESTO PASSO, E NON VEDIAMO NESSUN RIPENSAMENTO, ARRIVERA’ NEI PROSSIMI DIECI ANNI NELLA SITUAZIONE IN CUI SI E’ TRAVATA L’ARGENTINA ALCUNI ANNI FA. BANCAROTTA E DISSESTO FINANZIARIO.
IL PROBLEMA SI PRESENTERA’ PER I CITTADINI ONESTI, I LAVORATORI, PENSIONATI, MENTRE COLORO CHE AVRANNO PORTATO IL NOSTRO PAESE IN QUESTE CONDIZIONI, SARANNO “PIENI COME UN UOVO” DI SOLDI ACCUMULATI IN QUESTI ANNI IN CUI HANNO SOLO PENSATO A RIEMPIRE LE LORO TASCHE PRENDENDO SOLDI CHE INVECE DOVEVANO ESSERE UTILIZZATI PER SERVIZI SOCIALI, PER INFRASTRUTTURE, AUMENTO DI SALARI, MODERNIZZAZIONE DEL PAESE OPERE CHE LORO STESSI FINANZIAVANO.
QUESTI FINANZIAMENTI SI DISPERDONO POI IN MILLE RIVOLI CHE ARRIVAVANO A RIMPINZARE LORO STESSI, A PARTIRE DAI VERTICI DEI NOSTRI MASSIMI ENTI, PASSANDO PER PRESIDENTI, SINDACI, ASSESSORI, CONSIGLIERI, CONSIGLI DI AMMINISTRAZIONE, SOCIETA’ MISTE, CONSORZI, COMUNITA’, COMMISSARIATI E CHI PIU’ NE HA PIU’ NE METTA.
SONO DECINE DI MIGLIAIA DI EURO QUELLI CHE OGNI ANNO, OGNI MESE, OGNI GIORNO NON VENGONO UTILIZZATI PER GLI SCOPI CUI SONO STATI STANZIATI, MA VENGONO “DIVISI” FRA ALCUNI CHE DA DECENNI GESTISCONO IL POTERE IN ITALIA.

NOI ALCUNE PROPOSTE VALIDE LE AVREMMO, BISOGNEREBBE INIZIARE A RISPARMIARE SULLE SPESE DELLO STATO, DELLA POLITICA E RECUPERARE SUGLI SPERPERI AMMINISTRATIVI CHE SONO UNA VERGOGNA PER CHI, E SIAMO LA MAGGIORANZA, LAVORA ONESTAMENTE E SI GUADAGNO POCO PIU’ DI MILLE EURO AL MESE.
NON E’ POSSIBILE CHE POCHE MIGLIAIA DI PERSONE (QUELLE DI CUI SOPRA),IN QUESTO PAESE, CHE ORMAI E’ DIVENTATO PER LORO UNA MINIERA, GUADAGNINO IN UN MESE QUELLO CHE UN IMPIEGATO O UN OPERAIO E CIOE’ OLTRE IL 90% DI CITTADINI NON GUADAGNA NEMMENO IN UN ANNO.
SIAMO TANTI E POTREMMO QUINDI FARE QUESTA “RIVOLUZIONE” POLITICA E CULTURALE E INVECE SIAMO MASOCHISTI PERCHE’ CONTINUIAMO AD IGNORARLI MENTRE LORO CONTINUANO A DIRCI IN FACCIA CHE L’UNICO SCOPO DEL LORO ESISTERE E’ QUELLO DI TROVARE I MODI PER INTASCARE PIU’ DENARO.

UNA DELLE MASSIME VERGOGNE E’ LA PENSIONE DEI PARLAMENTARI CHE SE PER UN NORMALE CITTADINO ARRIVA DOPO 40 ANNI DI DURO LAVORO, A LORO VIENE ELARGITA GIA’ DOPO 2 ANNI  E INTANTO STIAMO PAGANDO VITALIZI DI MIGLIAIA DI EURO AL MESE A MIGLIAIA DI EX PARLAMENTARI SPARSI IN ITALIA.

DURANTE LE VARIE CAMPAGNE ELETTORALI FANNO PROMESSE SU PROMESSE COME QUELLA DI RIVEDERE SUBITO L’ATTUALE LEGGE ELETTORALE CHE FU DEFINITA DA CHI LA PROPOSE UNA “PORCATA” DI LEGGE ELETTORALE. OPPURE QUELLE DI DIMEZZARE I PARLAMENTARI E DIMINUIRE I COMPENSI DELLA POLITICA. ELIMINARE I FINANZIAMENTI AI PARTITI ECC. EBBENE, DOPO LE ELEZIONI DI QUESTE COSE CHE TOCCANO LA PARTECIPAZIONE ATTIVA DI NOI CITTADINI NON SE NE PARLA PIU’

A LORO DI QUESTO NON FREGA NIENTE, ANZI, SE POTRANNO VOTARSI QUALCHE LEGGE PER AUMENTARSI COMPENSI LO FARANNO SENZA RITEGNO MENTRE FANNO INVECE FINTA DI VOLER DIMINUIRE I LORO STIPENDI, INFATTI LA RIDUZIONE PER I PARLAMENTARI E’ SOLO UN’ALTRA DI QUELLE PROMESSE.

QUESTE SONO SOLO ALCUNE RAGIONI CHE CI HANNO CONVINTI A CONDIVIDERE LE NOSTRE IDEE CON VOI, VORREMMO CHE IN TANTI RISPONDESTE A QUESTO NOSTRO APPELLO PER UNA POLITICA PULITA, PER UN’ITALIA CHE POSSA REALMENTE RISOLEVVARE LA PROPRIA ECONOMIA CON I FONDI CHE INVECE DI FINIRE IN TASCHE A DOPPIO PETTO VENISSERO UTILIZZATE PER SCOPI REALI.
CON I SOLDO INTASCATI A CUOR LEGGERO E QUELLI SPERPERATI SI POTREBBE FARE UNA FINANZIARIA E PORTARE L’ITALIA LONTANO DAL BARATRO IN CUI LA STANNO BUTTANDO.

L’ULTIMA RIFLESSIONE LA RIVOLGIAMO ALLA GIUSTIZIA. E’ NATURALE CHE AUMENTI LA DELINQUENZA INTERNA MA ANCHE PROVENIENTE DA PAESI ESTERI.
I PRIMI A NON VOLER LEGITTIMARE GIUDICI E MAGISTRATI SONO MOLTI DEI NOSTRI CARI POLITICI PER POTER CONTINUARE NEL LORO MODO DI AGIRE SENZA CHE NESSUNO OSI NEMMENO DIRGLIELO. VOGLIONO L’IMPUNITA’ E BASTA. PER OTTENERE QUESTO CERCANO DI DELEGITTIMARE LA GIUSTIZIA CON CONTINUI ATTACCHI A GIUDICI CHE SI SONO PERMESSI DI INDAGARE SULLE LORO MALEFATTE. IL RESTO VIENE DA SE, CON NESSUNA CERTEZZA DELLA PENA E CON DELINQUENTELLI CHE AUMENTANO PROPRIO PERCHE’ SANNO CHE MAI NESSUNO ANDRA’ IN GALERA. ORMAI IN ITALIA ANCHE CHI AMMAZZA E RICEVE UNA SENTENZA DI CONDANNA NON PASSA CHE ALCUNI MESI IN PRIGIONE SE NON ADDIRITTURA NEMMENO UN GIORNO. PER ESSERE MESSI DENTRO A VITA COSA SI DEVE FARE DI PIU’ CHE AMMAZZARE BAMBINI E GENTE INERME ?

AlMa

 

 

 

 

MA GLI ITALIANI HANNO GLI ATTRIBUTI ?????

 

Il premier al G8 parla col presidente americano, facendosi aiutare dalla traduttrice, per spiegare a Obama che "noi la riforma della giustizia è fondamentale, perché abbiamo quasi una dittatura dei giudici di sinistra"
"Un figura orribile per il Paese" di Massimo Giannini
            --------------------------------------------------------------------------------------------------

Nuova provocazione dell' eurodeputato leghista Mario Borghezio: questa volta l'esponente del Carroccio se la prende con Napoli e i napoletani,che,dice, «non fanno parte dell'Europa civile». «Buttiamo Napoli. Bisogna scappare da questo schifo. Noi vogliano essere liberi da questa Napoli che puzza di rifiuti e camorra», afferma Borghezio intervistato da Klaus Davi per «Klauscondicio». «Il governo - insiste Borghezio - è di nuovo costretto a mandare l'esercito per liberare Napoli dall'immondizia, visto che evidentemente i cittadini non lo fanno, non si assoggettano alla raccolta differenziata, non riescono a far funzionare gli inceneritori, con conseguenti rischi di contagio e di epidemie».

       --------------------------------------------------------------------------------------------------------

Il ministro per la Semplificazione,Roberto Calderoli ha depositato all’ufficio centrale elettorale della Cassazione la richiesta per una” proposta di legge sulla territorializzazione dei ministeri e delle altre amministrazioni centrali”. La raccolta delle firme per la proposta di legge di iniziativa popolare partirà, come ha annunciato Caldelori, da Pontida il 19 giugno. Servono almeno 50 mila firme.

“L’iniziativa del ministro Calderoli è inaccettabile, un affronto alla Capitale dove i ministeri hanno sede da sempre”, ha detto il presidente della Regione Lazio, Renata Polverini. “Questa ostinazione – prosegue – alimenta solo divisioni nel Paese e distrae l’attenzione da questioni più urgenti e serie per i cittadini che devono essere affrontate”.

Il presidente della Provincia di Roma,  Nicola Zingaretti, invita “tutti i parlamentari di Roma e del Lazio di associarsi alla richiesta di dimissioni di questo Governo”.

 

Decentramento ministeriale, stop del Pdl
Bossi: “Berlusconi ha detto sì, parola data”
Cicchitto e Gasparri in una nota congiunta: "Lo spostamento pone complessi problemi istituzionali, meglio incontri periodici". Entusiasmo dall'opposizione: il freno al Carroccio è "un autogol della maggioranza" secondo Fli e "complica le cose alla Moratti" per il Pd. Ma la Lega rilancia: iniziata a Milano la raccolta firme
Da Il Fatto quotidiano


L'uscita è di quelle destinate a non passare inosservate. Anche perché un conto è chiedere lo spostamento al Nord di alcuni ministeri (e impuntarsi pure fino a minacciare una rivolta fiscale), altra cosa è annunciare di voler portare lontano da Roma anche la presidenza della Repubblica. Eppure il ministro Roberto Calderoli questo ha fatto, con una intervista al Corriere della Sera. Salvo poi smentire tutto con una nota alle agenzie in cui dice che quel progetto è frutto in realtà di una «incomprensione telefonica».

BOSSI - «Parola data non torna indietro, sulla questione dei ministeri Berlusconi è d'accordo. E i ministeri verranno» aveva replicato a Cicchitto e Gasparri il leader leghista Umberto Bossi. «Non è mica detto che siano solo i ministeri mio e di Calderoli, anzi arriverà a Milano un ministero enorme dove si fa l'economia»,
             ---------------------------------------------------------------------------------------------------

 

(ANSA) - ROMA, 27 MAG - 'Non ho visto le prove, i patrioti sono patrioti e per me Mladic lo e'. Quelle che gli rivolgono sono accuse politiche. Sarebbe bene fare un processo equo, ma del Tribunale dell'Aja ho una fiducia di poco superiore allo zero'.

Lo dice l'eurodeputato della Lega Nord Mario Borghezio in diretta alla Zanzara su Radio 24. 'I Serbi avrebbero potuto fermare l'avanzata islamica in Europa - ha aggiunto - ma non li hanno lasciati fare. E sto parlando di tutti i Serbi, compreso Mladic. Andro' a trovarlo'.
              ---------------------------------------------------------------------------------------------------

Omnibus, il governo incassa la fiducia
A favore 313 deputati; contrari 291. Protesta in aula.
Secondo il governo il dl Omnibus rende inutile il referendum anti-atomo.
LE PROTESTE - «Un governo terrorizzato dall'opinione degli italiani fa marcia indietro su uno dei punti qualificanti del proprio programma e cancella il nucleare. Ma sappiamo che è un trucchetto, e che tenteranno di riprovarci. Per questo vogliamo il referendum». Sul nucleare è intervenuto anche Antonio Di Pietro, dell'Idv: «Mi auguro che il capo dello Stato Giorgio Napolitano non firmi una legge così truffaldina».
Dal Corriere della sera.it
                ----------------------------------------------------------------------------------------------------

Le fatture che coinvolgono Scajola
Ecco gli appalti ad Anemone
Nelle carte dell'indagine sulla cricca spuntano due prove non ancora valutate
La casa acquistata da Claudio Scajola a Roma con vista sul Colosseo
Le due fatture che inguaiano Claudio Scajola portano la data del 30 aprile e del 31 giugno 2002. Riguardano una fornitura di condizionatori per un lavoro svolto dalla Tecnocos e provano che Anemone ha lavorato al Viminale nel periodo in cui il titolare del dicastero non era Giuseppe Pisanu, come si è creduto finora, ma proprio Scajola, beneficiato due anni dopo degli assegni usati per comprare la casa vicino al Colosseo.
Da Il Fatto quotidiano
            -------------------------------------------------------------------------------------------------------

Peculato, Minzolini indagato per le spese
con la carta di credito aziendale Rai
Le fatture presentata dal direttore del Tg1 erano già state oggetto di un'indagine interna all'azienda e di una della Corte dei Conti. Adesso arriva l''atto dovuto' della procura di Roma. Tra le spese, un weekend alle terme di Grosseto da 550 euro a notte, tariffa scontata
Da Il Fatto quotidiano
              --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

La Lega, che si è sempre battuta contro il nepotismo, spazio ai meritevoli e non ai raccomandati, fa capire che scherzava. Per il figlio del Capo due tappe a velocità supersonica. Prima un posto da diecimila euro al mese in Consiglio regionale, dove però era uno fra i tanti. Ma champagne, subito dopo, con l’investitura a regista dell’informazione di tutte le testate leghiste (La Padania ecc.)
Da Famigliacristiana.it
                 -----------------------------------------------------------------------------------------------

 

Queste sono solo alcune delle uscite degli ultimi anni dei massimi rappresentanti del centro-destra piu' alcune altre oscenità tutte italiane. Allora ci chiediamo: Ma gli Italiani fino a che livello di sopportazione hanno? Deve essere molto alto visto che ormai facciamo passare tutto, ci lasciamo scivolare qualunque cosa addosso. Ci stanno scippando il paese, se lo stanno vendendo per intarscarsi i soldi. Ma noi quando vogliamo ribellarci ? Ma li abbiamo visti gli amici degli altri paesi del Mediterraneo che hanno avuto il coraggio di scendere in piazza ? Anche in Spagna giovani, lavoratori, imprenditori, protestano tutti insieme contro i politici che non pensano ad altro che ai propri interessi. E non succede quello che avviene in Italia. Queste riportate sopra sono solo una goccia nel mare delle sopraffazioni di chi dovrebbe pensare al bene del nostro paese. Come facciamo ad accettare queste angherie. E' ora di alzare la testa e mandarli tutti a casa. Desta e Sinistra. A lavorare, perche' dopo tanti anni di privilegi e' arrivata l'ora che costori si cerchino un lavoro. Vero. E lascino i soldi degli italiani per ricostruire il paese. Chi ha voglia di fare politica, chi vuole essere eletto deputato lo faccia per 3000 euro al mese e non con 15.000. Con i soldi risparmiati anche per i vitalizi che stanno ancora prendendo oggi migliaia di ex deputati, potremmo fare una mezza finanziaria all'anno. Meditate italiani.